giovedì 2 febbraio 2012

Se ti dicono di alzarti tu siedi...





In questo giorni, forse mesi, in Italia si sta attuando una manovra più o meno equa per sanare un debito pubblico alle stelle per mille e mille motivi.



È stato istituito un governo tecnico che ha cominciato letteralmente a spaccare l'opinione pubblica, fra chi non vuole starci perché gli toccano quei quattro spicci che guadagna e chi, pur con i disagi del caso, comprende e sostiene il suo operato.



Ieri lo stesso Monti, l'attuale presidente del consiglio, ha poi sentenziato una realtà per chi la vive, cercando di far comprendere che quel "posto fisso", così come congeniato nell’ultimo dopo guerra, deve andare a morire assieme a chi lo ha bramato per anni.



Trovo la cosa più che giusta, perché un lavoro deve riuscire a riempire le ore che gli dedichi, altrimenti ci muori e cominci a star male a dosi di otto ore al giorno.



Io stesso mi vivo male la mia situazione, si, ok, a fine mese arrivano dei soldi, ma ne vale la pena? Quando non fai altro che vendere il tuo tempo al migliore offerente sopportando che al momento è l'unica opzione che hai immerso fra persone che baciano a terra per quelle mancette che sono "fortunati" ad elemosinare.



"... sei fortunato ad avere un contratto... dovresti ringraziare..."... dovrei ringraziare un cazzo, è tutto un ingranaggio e non devo ringraziare nessuno perché già solo alzandomi e recandomi dove mi viene chiesto ho fatto ben oltre il 90% di quello che mi è stato chiesto e non ringrazio, se vado lì ci guadagno tanto io quanto il datore di lavoro, quindi, forse, quello da ringraziare dovrei essere io, anche perché o io o un altro che si vende l’unica cosa rimasta a parte il culo è la stessa cosa.



Nessuno è indispensabile, tutti sono rimpiazzabili in una moderna catena di montaggio che ci porterà in paradiso, consumando muscoli differenti da quelli  d'un tempo.
 
Se non stai bene allora perché non cambio? Perché, pur provandoci, non ci riesco, perché il mondo continua a girare anche quando dormi ed al momento perché dovresti assumere una persona con anni di esperienza se te ne basta una junior a fare quelle quattro cazzate che chiede il cliente?
 
Come dargli torto, in finale, probabilmente, anche io farei lo stesso.
 
Idem sul castrare per le idee che se portano solo una miglior vita e zero dindi te le puoi scordare all'istante.
 
Insomma tanta merda per tutti al momento, spero solo di resistere ancora, fra palestra e film, non ricadendo nel vorticione dei medicinali di anni fa, anche sono ufficialmente tornato sul bordo del dirupo e guardo giù.

Nessun commento: