mercoledì 21 dicembre 2011

Onestà condizionata.

 
Poco fa al supermercato sotto casa oltre al necessario per la cena ho acquistato un regalo di natale, una cosa inusuale per la mia solita spesa da single.

Alla cassa non metto tale bene, sicuramente più fragile del resto, sul rullo, ma lo appoggio sulla mensolina della cassa dove di solito mi viene porso il resto.

La cassiere, che ormai mi conosce, mi chiede cosa mi ero comprato, dopo un rapido commento asserisce che quello era mio e non lo avevo preso lì, le rispondo che veramente lo avevo preso dallo scaffale e lo pago assieme al resto della spesa.

Ora io di solito sono una persona onesta, si ricorderà bene un caro amico come alla domanda di due turisti che avevano trovato un paio di centinaia di euro a terra ho risposto che non erano miei e che era giusto li tenessero loro, ma sinceramente non riesco ad affermare con certezza che trovandomi in un negozio estraneo mi sarei comportato allo stesso modo. :)

Nessun commento: