mercoledì 30 marzo 2011

Adattamenti complicati…


Ieri, approfittando del fatto che un supermercato vicino casa accetta i buoni pasto anche per i beni extra alimentari, ho acquistato il blu-ray di Rapunzel e l’ho rivisto in inglese con sottotitoli riuscendo finalmente a capire alcuni passaggi del film malamente adattati in italiano.

Praticamente mentre nell’originale durante le canzoni continua la narrazione nella versione nostrana hanno cercato di puntare più a delle canzoni in quanto tali, in alcuni casi anticipando avvenimenti che sarebbero successi solo nel finale.

Incuriosito quindi mi sono andato a vedere un altro classico che non avevo mai visto in lingua originale, Il Gobbo di Notre Dame. Anche in questo caso non c’è paragone, sia per quanto riguarda i testi che per quanto riguarda l’interpretazione, tutto è più sentito, più corale e nel complesso si rimane molto più soddisfatti dall’esperienza nella sua interezza.

Sicuramente non è possibile da questo valutare la totalità dei nostri adattamenti, ma di sicuro fa porre il problema sul se continuare a vedere il cinema doppiato o in lingua, magari capendo quel poco di meno, ma godendo dell’opera come è stata concepita inizialmente, senza rozzi filtri, sempre coadiuvati dai sottotitoli.

Quindi consiglio di stare attenti agli acquisti che fate, se non ci sono i sottotitoli in inglese non comprate il dvd/blu-ray, e cominciare a gioire del cinema (o tutto quello che vedete) in lingua.

See ya...

Nessun commento: