lunedì 4 ottobre 2010

[Inception] Bad dream...


Attenzione, il seguente post può contenere anticipazioni sul film.

Comincio dicendo che penso di essere una delle persone più soggette a farsi rovinare il giorno da un sogno fatto la notte prima o pronte ad arrovellarsi il cervello sulla differenza fra sogno e realtà, non riuscendo mai esattamente a comprendere a fondo la questione, a partire da quando mio padre mi confessò che spesso preferiva il mondo dei sogni a quello reale.

Ieri ho visto l’ultimo lavoro di Nolan che si pone allo spettatore come un simil Matrix senza la parte fantascientifica. La pellicola parte dal presupposto che si possa entrare nel sogno di un’altra persona e manipolarne i pensieri e le idee tramite un complicato utilizzo delle esperienze oniriche.

Purtroppo da una prefazione originale e da una prima parte interessante si passa ad uno svolgimento veramente troppo lungo e lineare, sfociando in una banalità inevitabile nelle soluzioni e nella irrimediabile conclusione, facendo dimenticare tutta la fantasia iniziale, se non si tiene conto di un paio di situazioni divertenti.

Viene spiegato troppo poco per giustificare alcune scelte di sceneggiatura, come il sogno nel sogno, ed anche se il tutto funziona bene ai fini puramente narrativi mantenendo in piedi un gioco di scatole cinesi interessante il ritmo viene rovinato con passaggi reiterati all’infinito che annoiano lo spettatore.

Insomma, se il lavoro svolto è apprezzabile, purtroppo una durata eccessiva ed uno svolgimento altalenante e spesso in salita minano quello che poteva rivelarsi una piacevole alternativa al su citato lavoro dei fratelli Wachowski.

Si sarebbe potuto fare tutto con un’idea del genere, va a capire come mai si è scelto di banalizzare così la cosa...

Nessun commento: