domenica 9 agosto 2009

Censure a pagamento...

Gentile Caparezza,
pur apprezzando nei tempi passati i suoi primi lavori non possiamo che aprire gli occhi davanti ad un opera di auto censura del genere e pensare che forse il successo del suo nuovo personaggio forse sia dato soltanto da uno studio più approfondito sulle mode del momento.

Ricordiamo bene quel Mikimix poi rinnegato come figlio di lobby commerciali che però captiamo ancora molto vive nell'esempio qui citato, pensiamo se veramente lei avesse tenuto al suo brano forse avrebbe imposto un'integrità che qui viene lesa.

Augurandole di continuare ad essere apprezzato da persone a cui piace sentirsi dire ciò che vogliono sentirsi dire le auguriamo buona fortuna.

Una persona che fino ad oggi l'apprezzava.

3 commenti:

Lock ha detto...

vabbé, caparfezza ha cominciato come cantante normale (guarda i suoi primi lavori/video) poi, visto che la cosa non ingranaVA, SI è CREATO UN PERSONAGGIO. merda, caps lock.
e non c'è nulla di male nemmeno in questo, il problema è che la gente tende a stimare e prendere come esempi di vita gente del mondo dello showbusiness. poi per carità ci sono anche geni ma in linea di massima non sono certo loro gli esempi da seguire.
in fondo la musica è e deve essere svago, non impegno "sociale".

Lock ha detto...

con la R, cazzo. oggi non so scrivere...

Lock ha detto...

cioè senza la f. CAPAREZZA, cristo!!!!