lunedì 20 aprile 2009

Regina a Bracciano.





Sabato scorso mi sono trovato piacevolmente a pranzo in quel di Regina, nota osteria a Bracciano, insieme all’amico Tiziano.

Regina è uno di quei posti proprio tipici dove con pochi euro mangi molto e bene, se sai che piatti scegliere. L’ambiente è oltre il familiare, sei a casa di Regina e ci sono regole precise da osservare, come non fare troppo casino o non esagerare, pena l’ira di Regina stessa con tanta di cazziata quando serve.

In un’altra occasione già ci eravamo contraddistinti ed eravamo arrivati a spendere quasi 20 euro a testa, ma pochi giorni fa abbiamo messo l’ennesimo record. L’iniziativa era stata fissata ormai mesi fa, ci saremmo posti il budget di 30 euro, forse il record mondiale pro capite.

Abbiamo iniziato con un antipasto di affettati, proseguendo con fettuccine panne e salsiccia, tre porzioni di fettine panate in due, cicoria ripassata, poi altri due secondi, io saltimbocca e pesce per Tiziano, altri due contorni, tiramisù per me, macedonia, caffè e fernet, due litri di vino ed un’acqua.

27.5 euro a testa, morte per entrambi.

Il pomeriggio è proseguito con la visione de Scontro fra Titani mentre ci si rotolava sdraiati ognuno su un divano.

Bella esperienza, grande regina e digiuno completo ieri.

Per chi non conosce il posto che lo provi, ammirando le foto rubate qui sopra, fra cui lo storico menù in lire.

Nessun commento: