lunedì 13 aprile 2009

Dono inestimabile.

Oggi sono andato a casa di mia sorella per festeggiare pasquetta con le mie, mi riferisco io a loro quando parlo con le persone, sarebbe i miei, ma essendo tutte donne mi piace usare il femminile. C'era mia sorella appunto, l'uomo, mia madre e due mie zie. Il pranzo si e' svolto tranquillo fra tavole rotonde varie che ci permettiamo di aizzare ogni volta che pranziamo insieme. :D

Spumante, dolce e poi mia zia Margaret dice che ha una cosa per me.

Mi da un pacco grande e pesante, all'interno ci trovo un vero e proprio scrigno in pelle ed una lettera. La lettera dice che questo dono raccoglie le foto, negativi compresi, che mio zio, mancato pochi mesi fa, aveva fatto durante un suo importante viaggio in Cina esattamente trent'anni fa, di cui io ho pochi ricordi, sò che c'è stato, ma non ho memorie chiare se non i panda in ceramica coi quali mi ricordo giocavo da bambino.

Decine di raccoglitori, centinaia di foto...

Apro il primo porta foto, sfoglio immagini che non conosco, persone cinesi, sguardi, paesaggi, il tutto con una grana anni 70, immagine di cose nostalgiche in modo positivo... alla terza mi commuovo, mi fermo, trattengo le lacrime e metto da parte tutto.

Mia madre e mia zia parlano, io faccio il vago e cerco di non pensare al tesoro che mi e' stato donato. Non sono solo foto, è parte della vita di una persona a me cara, è una cosa importante, non ero pronto a ricevere una cosa tanto preziosa, non me lo aspettavo, ma ho la fortuna di avere vicino qualcuno che ci ha pensato al posto mio.

Non sò bene quando e quanto ci metterò a trovare la forza di immergermi in questa avventura, probabilmente non la capirò più di tanto e, come in altre occasioni, non potrò parlarne con la persona che può illustrarmi quelle immagini, ma col cuore in gola riuscirò a captare quando poco potrò e sarà un patrimonio comunque immenso.

Mentre tornavo speravo di riuscire a fare una cosa del genere per una persona vicina, ma probabilmente è anche importante fare quello che si sente, poi il resto succede da se... e mi manca la mia piccola esperienza negli States...

Grazie zio e grazie zia, cercherò di meritarmelo.

Nessun commento: