venerdì 16 gennaio 2009

Certo cinema italiano...

Ieri al cinema prima dell'inizio dello spettacolo ho potuto vedere il trailer di uno di questi due film italiani in uscita. Con mio massimo stupore il pubblico rideva, vociferava sul volerlo vedere... io l'unica cosa che riuscivo a pensare era ai, troppi, nostri soldi stanziati per la realizzazione di queste pellicole di dubbio gusto. Il trailer dell'altro l'ho visto ora per curiosità.

Forse non tutti sanno che lo stato stanzia milioni di euro per le produzioni italiane, che l'assegnazione di tali sovvenzioni avviene secondo parametri quali l'importanza degli attori partecipanti, il regista e cose simili, spesso neanche vagliando il soggetto. Ciò vuol dire che un regista esordiente con un cast non troppo conosciuto ha possibilità che rasentano lo zero di ottenere tali sovvenzioni.

Ora, è vero che il pubblico è libero di scegliere cosa vedere, anche se ciò è facilmente manipolabile dai media per chi ancora non sa ignorarli, ma almeno sarebbe giusto che sapesse che quel film che va a vedere pagando il biglietto gli è costato già milioni pagati con le tasse. Non voglio arrivare a dire di tagliare i fondi al cinema, ma almeno che sia menzionata anche la cifra stanziata dalla stato nelle scritte della locandina, quelle piccole piccole che nessuno, qualcuno si, legge. Così vediamo se quando poi si esce da film discutibili e si legge che in più ci sono costati così tanto una parte di pubblico la volta seguente magari ci pensa due volte prima di tornare a vedere cose del genere. Oltretutto bisognerebbe che certo pubblico cominci a capire quando un film è bello e quando, magari, è solo interessante per gli argomenti che tratta, come in alcuni casi idolatrati, anche per riconoscimenti esteri, negli ultimi mesi.

Sappiate che comunque facendo una ricerca su internet tali informazioni sono reperibili, non sempre facilmente, e che ci sono esempi, come il cinema americano, dove i budget vengono dichiarati sempre.

Io, essendo matto, ieri prima di vedere il film ho controllato il budget del film che sarei andato a vedere, 70 milioni di dollari, che, sarò ignorante io, non capisco dove siano finiti, ma probabile gli attori hanno preso molto per la realizzazione, anche in America mica lavorano gratis, anzi.

Insomma toccherebbe un attimo sforzarsi a scegliere meglio come spendere i nostri soldi quando possiamo e magari escludere dai nostri impegni visioni del genere, spesso una bella passeggiata è meglio. :)

Peace.

Nessun commento: